ads

Come fare il cambio targa?

Advertising
fare-il-cambio-targa
Advertising
 
Lo smarrimento o il furto di una o di entrambe le targhe della propria automobile, è un'evenienza a cui difficilmente si pensa, dando, magari, maggiore importanza al furto dell'auto in se o perchè, spesso, quando ci si accorge di aver smarrito la targa, non si riesce a ricordare l'ultima volta in cui siamo certi che la nostra auto l'avesse ne a ripercorrere il tragitto fattom nella speranza di ritrovarla. Tutto ciò, inoltre, senza contare il fatto che l'iter di denuncia risulta spesso difficoltoso. In ambedue i casi, sia di furto che di perdita, l'intestatario della carta di circolazione o un suo delegato, per l'appunto, deve presentare una denuncia ai competenti organi di Polizia, ma solo dopo quindici giorni dalla presentazione della stessa, e senza che le targhe siano state ritrovate, è possibile fare richiesta di reimmatricolazione e reiscrizione al Pubblico Registro Automobilistico (o P.R.A.). Per questa richiesta è opportuno presentare il relativo modulo di reimmatricolazione e il modulo di richiesta di rinnovo di iscrizione al P.R.A., entrambi facilmente scaricabili dal sito ACI, con indicato il codice fiscale dell'intestatario, la carta di circolazione, il certificato di proprietà e, nel caso in cui si trattasse di furto o smarrimento, occorre allegare anche la relativa denuncia di smarrimento, l'eventuale targa rimasta e una fotocopia del documento di identità dell'intestatario. Il tutto pagando dei costi previsti per legge che ammontano a 32 euro, per l'imposta di bollo per l'iscrizione al P.R.A., 10,20 euro per i Diritti MCTC, e altrettanti 32 euro per l'imposta di bollo per la reimmatricolazione.  
 
 
 
 

Guarda anche